“Se vuoi fare impresa, l’Italia non è il posto giusto”


Roberto Scaramuzza - Linkedin profile

Roberto Scaramuzza – Linkedin profile

Sono 400 le imprese straniere impiantate nel solo Canton Ticino negli ultimi dieci anni. Con la crisi, cresce anche il numero delle piccole e medie imprese italiane emigrate oltre confine. Non solo le grandi case di moda, quindi. Per queste aziende, che spostano spesso anche la produzione, la Svizzera non è un Eldorado. La scelta di varcare il confine spesso è una questione di sopravvivenza. «Qui ci sono meno lacci burocratici e aspetti legislativi più liberali e affidabili», spiega Luca Albertoni, direttore della Camera di commercio di Lugano.

Advertisements