Cucina thai on the road – Mangiare Thai a meno di un euro


Roberto Scaramuzza - Linkedin profile

Roberto Scaramuzza – Linkedin profile

Bangkok è la regina dello street-food ma anche della cucina low-cost. Ai suoi chioschi è possibile scovare tantissimi piatti a meno di un euro.

Bangkok c’è da leccarsi i baffi. La capitale della Thailandia, infatti, è stata inserita dal sito http://www.cnngo.com tra le prime 10 città asiatiche dove scovare il migliore cibo da gustare direttamente in strada. Le vie di Bangkok, infatti, pullulano di chioschi e locali in cui scegliere alcune delle specialità thailandesi cucinate sul momento e subito pronte per essere assaporate “on the road”.

Bangkok è possibile mangiare ad ogni angolo della strada ed a qualunque ora del giorno e della notte spendendo pochissimo, forse non tutti sanno è che sono davvero moltissime le specialità che nella capitale thailandese è possibile acquistare spendendo non più di 40 bath, vale a dire soltanto un euro. Proprio così, Bangkok, regina dello street-food, è anche regina della cucina low-cost e con pochi euro in tasca permette di mangiare a volontà prodotti davvero sfiziosi.

Lo street food è la scelta migliore per i turisti per assaggiare i sapori della cucina locale risparmiando tempo prezioso per visitare la propria meta di viaggio, ed è anche il modo migliore per viverla fino in fondo immergendosi nei profumi e nel gusto dei suoi cibi più sfiziosi. E’ proprio questo aspetto che rende Bangkok una delle città imbattibili dal punto di vista dello street food. Lungo le sue vie, infatti, è possibile fermarsi ed assaporare quanto di più gustoso la sua cucina è in grado di offrire e lo si può fare velocemente e nell’atmosfera informale della strada senza perdere il piacere dei sapori sfiziosi di queste prelibatezze che ormai stanno facendo il giro del mondo.

Tra le sfiziose “chicche” thai che è possibile gustare on the road si distinguono, infatti, alcuni piatti particolarmente saporiti e dagli ingredienti sani e ricchi di proprietà nutritive che giustificano pienamente il successo della cucina thailandese anche nel nostro Paese. Da non perdere, tra le altre prelibatezze, il Som Tam, una sfiziosa insalata a base di gamberetti, papaya, aglio, arachidi tostate, lime e fagiolini, i Boat Noodles, i caratteristici spaghettini orientali serviti a zuppa insaporiti con spezie e odori, e le Moo Ping, fettine di maiale cotte alla brace e condite con una gustosa salsa di pesce.

Riso e noodles sono un po’ i protagonisti della cucina thai e tra i banchetti delle strade di Bangkok è molto semplice acquistarli in moltissime variantiKhao Pad, ad esempio, è un piatto a base di riso fritto e verdure preparato espresso in pochi minuti con l’aggiunta di pollo, maiale o gamberi. Lo si può trovare a circa 30-35 baht. Occorrono, invece, circa 40 baht per assaggiare il Khao Tom Talay, una zuppa di riso a base di pesce dalla consistenza simile al porridge arricchita con diversi tipi di pesce. Ma attenzione, perchè questa portata, in Thailandia, si mangia a colazione. Si fa un po’ di fatica ad immaginarla “bagnata” da caffè o cappuccino, ma è una ricetta che va comunque provata.

I noodles sono un ingrediente molto famoso della cucina orientale e a Bangkok c’è solo che l’imbarazzo della scelta di ricette e formati in cui gustarli. Le classiche zuppe sono probabilmente il modo più sfizioso e divertente. Sui banchetti specializzati nella loro preparazione, infatti, è possibile scegliere il proprio formato preferito tra quelli esposti in bella vista da abbinare ai più svariati ingredienti che spaziano dalla carne, alle verdure e a tantissime altre prelibatezze. Il prezzo di una zuppa si aggira tra i 30 e i 40 baht. Proprio come per il Pad Thai, un altro gustoso piatto tradizionale a base di noodles, ma stavolta saltati in padella con noccioline, salsa di pesce, zucchero, verdure, tofu, chili e carne oppure gamberi.

Se vi piace il piccante il Laap è il piatto che fa per voi. Si tratta di una ricetta a base di carne di maiale tritatamarinata e condita con cipolle, chili, menta, succo di lime, salsa di pesce e zucchero. Il suo prezzo è di circa 30 baht. Ma dopo pasta, riso e carne, non possono mancare i dolci. La cucina thai non vanta una eccezionale tradizione dolciaria, ma alcuni dessert sono un piccolo sfizio che per soli 10-15 baht vale la pena concedersi, come il Khao Neow Dam Sang Kaya, a base di sticky rice nero e crema all’uovo.

E per chi ha ancora voglia di sperimentare la scelta è ancora incredibilmente vasta. Da provare, ad esempio, il Kao Mok Gai, un piatto a base di riso saltato con pollo, spezie e foglie di basilico, o il Khao Niew Manuang dal sapore esotico realizzato preparando un letto di riso glutinoso su cui vengono  adagiate fette di mango succose condite con una salsa a base di sciroppo di cocco o il budino di cocco Khanom Krok. E per i viaggiatori dall’animo “speziato” il must per eccellenza è il Moo Dad Diew, un piatto a base di bocconcini di maiale fritti in salsa di soia scura e conditi con una salsa particolarmente piccante a base di peperoncini verdi.

Advertisements