11 errori che fai a lavoro ogni giorno


1. TI OSTINI AD ARRIVARE PRESTO AL MATTINO
Anche se il tuo capo ti lascia scegliere i turni, ti ostini ad andare a lavoro presto. Una nuova ricerca dimostra che i capi sono portati a giudicare positivamente chi arriva prima al mattino, rispetto a chi fa tardi. Anche se tutti sono destinati a fare le stesse ore di lavoro
2. CONTROLLI LA POSTA APPENA SVEGLIA/O
Sembra un gesto istintivo e “innocuo”, ma controllare la posta appena svegli al mattino può influire negativamente sulla produttività, secondo l’esperta di management Julie Morgenstern. Cominciare la giornata rispondendo a 50mila e-mail ti mette subito in uno stato di tensione, che ti impedirà di concentrarti bene sul tuo lavoro.
3. LE TUE E-MAIL SONO TROPPO LUNGHE
Le persone di successo evitano di mandare e mail lunghissime. E dovresti farlo anche tu. Pensa a quante ne ricevi al giorno, pensa a quante risposte devi dare e a quante mail chilometriche cancelli. Perché ti aspetti che gli altri facciano quello che tu non fai? Il consiglio è: limitati a scrivere massimo cinque frasi o meno.

4. STAI SEMPRE SEDUTO ALLA TUA SCRIVANIA
Stare sempre seduti è dannoso per la tua salute. Può farti sentire meno coinvolto e creativo. Un nuovo studio della Olin Business School della Washington University mostra che stare in piedi, in gruppo, rende chi lavora più entusiasta e più disponibile a collaborare con gli altri rispetto a chi passa il suo tempo seduto.
E se già fai un lavoro in cui sei costretto a stare in piedi? “bisogna muoversi di più. Il corpo ha bisogno di rimanere acceso”.
5. CERCHI DI ESSERE MULTITASKING
Mentre stai leggendo hai almeno sei finestre di Windows aperte? Sei convinto che tutte siano importanti? Stai anche facendo una telefonata, mentre addenti il tuo panino? Bene, stai facendo troppe cose tutte insieme.
Alcune ricerche dicono che bisognerebbe concentrarsi su un punto alla volta e passare alla mansione successiva solo quando è realmente il momento. Il nostro cervello è in grado di spostare la sua attenzione facilmente, ma alcune attività richiedono una piena concentrazione. La tua mente difficilmente riesce ad elaborare due flussi d’informazione distinti e separati. Il risultato potrebbe essere quello di fare un lavoro “scadente”.
Se leggi qualcosa mentre, simultaneamente, rispondi alle mail, non ricorderai nulla di quello che hai letto. E se non lo ricorderai, non potrai farne buon uso.
6. NON STAI TENENDO UN’AGENDA
I diari non sono solo per adolescenti. Sono anche per te. Prenditi 5 minuti ogni giorno per compilare la lista di cose da fae, per appuntarti quello che hai imparato e quello che non hai fatto bene. Questo ti aiuta ad allontanare lo stress, a trovare soluzioni ai problemi e, soprattutto, a farti venire idee brillanti per il futuro.
7. NON STAI FACENDO L’APERITIVO
Tutti hanno bisogno di una tregua dallo stress. Per alcuni può essere una bella corsetta, per altri un gelato. Ma per altri fare una pausa con il colleghi, come un aperitivo in ufficio, può significare molto.
Anche se non sei un grande ‘bevitore’, cerca di andare al bar più spesso, dopo il lavoro e anche durante, quando puoi permettertelo. È un modo per conoscere altre persone e per aprirti con i tuoi colleghi.
8. NON HAI UN HOBBY
Nutrire i tuoi interessi fuori dal lavoro può renderti più produttivo. È quanto afferma uno studio della San Francisco State University. Spendere energie mentali su qualcosa che non abbia nulla a che vedere con quello che fai in ufficio (come suonare uno strumento, cucire, cucinare, leggere un libro) può veramente avere il potere di liberare la tua mente. Lo studio dimostra che dedicarsi ad un hobby creativo la sera, rende più freschi e brillanti già dal giorno dopo.
9. NON TI STAI PRENDENDO UNA VACANZA
Pensi di essere un buon lavoratore, resistente e coscienzioso, perché non ti sei preso nessuna vacanza. Ma stai solo facendo male a te stesso. Quasi la metà degli americani afferma di usare meno del 25% delle vacanze a disposizione, rivela un sondaggio. È un peccato perché il nostro corpo ha bisogno di un momento per ricaricarsi e per ritrovare creatività e produttività.
“Le vacanze possono aumentare la nostra capacità di risolvere problemi, migliorare le nostre relazioni. A volte ti possono salvare la vita” Dr. Glenn D. Braunstein.
10. NON FAI PAUSA
Molti lavoratori non si alzano dalla scrivania, neanche per prendere una boccata d’aria. Ma rilassarsi per qualche momento lontani dallo schermo può aiutarci a lavorare meglio e a ritrovare la concentrazione. Fare una piccola passeggiata, ad esempio, migliora la memoria e l’attenzione. Per ricaricarci basta poco: anche guardare un disegno con un paesaggio naturale aiuta il nostro cervello a liberarsi dalla fatica e funziona meglio di una tazza di caffè.
11. STAI SACRIFICANDO IL TUO SONNO E LA TUA SALUTE
Dopo una lunga giornata di lavoro, non hai la forza di andare in palestra. Sei stanco, ma ti stai portando a casa quei fogli che ti ha affidato il tuo capo e che ti terranno sveglio fino a notte fonda. Questo non è salutare per il tuo corpo. Mangiare bene, fare esercizi, dormire abbastanza sono tutti elementi collegati ad una buona rendita sul posto di lavoro. Pranzare al volo, in modo sbagliato, può, ad esempio, farti sentire addormentato, senza energie.
Non dormire, invece, non ti rende pronto ad affrontare il giorno dopo. Quando ti addormenti, il tuo cervello fa un miracolo, ripara le cellule, esercita la memoria, regola il tuo metabolismo. Compie tutte quelle operazioni che il tuo capo, il giorno dopo, apprezzerà.
Advertisements